Vestiti

Amazon lancia un negozio di abbigliamento pieno di algoritmi

(San Francisco) Amazon aprirà un negozio di abbigliamento high-tech a Los Angeles con la tecnologia utilizzata nei suoi centri logistici per combinare i vantaggi dello shopping online e di persona, nonostante le accuse di abuso di dominio nei suoi confronti.

Inserito il 20 gennaio

“I clienti potranno fare acquisti dal camerino”, promette il gruppo di Seattle in una dichiarazione rilasciata giovedì, annunciando l’inaugurazione del nuovo marchio, chiamato Amazon Style, per “la fine dell’anno”, in un centro commerciale cittadino della California.

“Amazon Style è progettato attorno alla personalizzazione”, afferma la dichiarazione. I consumatori saranno in grado di scansionare i vestiti che preferiscono e gli algoritmi “forniranno consigli personalizzati in tempo reale”.


FOTO AMAZON.COM INC., VIA REUTERS

“Amazon Style si basa sulla personalizzazione.” I consumatori saranno in grado di scansionare i vestiti che preferiscono e gli algoritmi “forniranno consigli personalizzati in tempo reale”.

L’idea è di combinare i vantaggi dello shopping online e di persona. Nelle cabine un touch screen consentirà ai clienti di selezionare diversi modelli e dimensioni, che verranno loro portati “in pochi minuti” dal personale di vendita, grazie alle “sofisticate tecnologie e processi” già utilizzati nei magazzini del gruppo.

L’azienda si vanta di poter offrire molte più scelte rispetto ai negozi tradizionali, in uno spazio meno affollato. Ad esempio sarà possibile ordinare online – dove ci sono milioni di articoli – e provare sul posto.


FOTO AMAZON.COM INC., VIA REUTERS

Ad Amazon Style, “i clienti potranno fare acquisti dal camerino”, promette Amazon.

Come Apple, Meta (Facebook) e Google, Amazon viene criticata per aver accumulato troppo potere nei mercati che domina. Le autorità garanti della concorrenza lo accusano in particolare di essere giudice e giuria sulla sua piattaforma, dove commercializza i propri prodotti oltre a quelli di altri marchi.

Ma ciò non scoraggia l’azienda, che regolarmente evidenzia i posti di lavoro creati e il successo di alcune PMI su Amazon.com.

Amazon ha aperto il suo primo negozio fisico sei anni fa, una libreria, il primo settore che l’azienda ha interrotto con la sua piattaforma di vendita al dettaglio online. Da allora ha lanciato diversi marchi, con vari gradi di automazione, dal cibo all’elettronica. E nel 2017 ha acquistato la catena di supermercati biologici Whole Foods.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment