Orologi

Un omaggio a Pierre Soulages sul quadrante

A Pierre Soulages, nato a Rodez nel dicembre del 1919, a 102 anni, è sicuramente il più famoso pittore francese vivente – e il più apprezzato a livello internazionale – della sua generazione. “Pittore del nero e della luce”, nelle sue parole, l’artista è riconosciuto nel mondo dell’arte come una figura di spicco dell’astrazione dinamica, rompendo con la cosiddetta astrazione “storica” ​​di Malevich o addirittura di Mondrian. Dal periodo di fondazione del suo lavoro con i suoi primi dipinti su carta e il suo famoso catrame su vetro alla sua esplorazione delle fonti di luce nella pittura attraverso l’oscurità e l’oscurità, Pierre Soulages ha costantemente reinventato la sua produzione pittorica, molto densa, forte di oltre 1.600 opere con accenti molto spirituali. Dice anche della sua pittura che è “uno spazio di interrogazione e meditazione dove i significati ad essa attribuiti possono andare e venire”…

LEGGI ANCHEUn “Soulages” appartenuto a Léopold Sédar Senghor all’asta

Molto presto Soulages scelse il colore che, secondo lui, porta tutti gli altri: il nero. Un tono che contribuisce all’identità del pittore ea quella della sua opera nel suo insieme. Un colore disponibile a seconda degli strumenti con cui viene applicato sui dipinti, su superfici lisce o irregolari, e che rivela una luce insospettata e multipla. “Mi piace l’autorità del nero. È un colore che non scende a compromessi. Un colore violento, ma che tuttavia incoraggia l’interiorizzazione. Sia colore che non colore. Quando la luce vi si riflette, lo trasforma, lo trasmuta. Apre un proprio campo mentale”, ha detto il pittore, che recentemente si è avvicinato – con l’aiuto del museo Soulages di Rodez – all’orologiaio Baume et Mercier per presentare un orologio unico, in omaggio al suo lavoro. .

Outrenoir come fonte di ispirazione

Nel 1979, è un altro continente artistico, ancora sconosciuto, che Pierre Soulages decide di esplorare. L’artista, che dipinge da trent’anni, entra così in una nuova, decisiva fase per il suo lavoro. Quest’ultimo lo definì “Outrenoir”, in cui la luce si afferma e si diffonde per riflessi su una superficie interamente ricoperta di nero. Un nuovo spazio pittorico contrario al modello monocromatico dell’arte moderna dell’epoca.

LEGGI ANCHESoulages, il lavoro nero

È da questo nuovo “movimento artistico”, proprio di Soulages, che la maison Baume et Mercier è partita per disegnare un orologio originale, dedicato all’artista e al suo colore di punta: il nero. L’orologiaio è stato quindi liberamente ispirato da un’opera di Outrenoir di Pierre Soulages chiamata Dipinto, 390 x 130 cmprodotto a marzo 2019 e donato al Museo Ruteno dalla coppia Soulages nel 2020 per celebrare il centenario dell’artista. L’intera sfida è stata quindi quella di passare dai metri di tela ai millimetri di un quadrante per far risaltare tutta l’intensità cromatica di un nero profondo su un pezzo senza tempo.

E per trasporre l’opera di Soulages in un segnatempo, Baume et Mercier ha optato per il suo emblematico riferimento Hampton. Una linea lanciata nel 1994 con curve ispirate ai modelli degli anni ’40 con un tocco Art Déco degli anni ’20. Questa collezione presenta soprattutto una forma rettangolare del quadrante e della cassa in ottone che richiamano le proporzioni di un dipinto su tela. Questa cassa è scolpita da un blocco di acciaio inossidabile micropallinato e trattata con un rivestimento DLC nero come il bracciale. Nero su nero quindi, ma non del tutto, poiché le lancette sfaccettate a forma di spada sono state dorate alle estremità su richiesta di Pierre Soulages per evidenziare con eleganza il passare del tempo. Infine, l’Hampton “Hommage à Pierre Soulages”, prodotto in 102 esemplari – che riprende l’età dell’artista – è animato da un calibro meccanico Swiss made a carica automatica dotato di massa oscillante nera visibile attraverso il fondello trasparente.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment