Borse

Prigione per un Toucycois che ha rubato le borse degli anziani

Un Toucycois di 25 anni è stato processato in apparizione immediata, mercoledì 16 marzo 2022, per diversi atti di furto commessi contro donne anziane a Toucy. Fatti commessi il 12 e 14 marzo 2022. Il Poyaudin è stato processato anche per porto d’arma nonostante divieto giudiziario, tentata frode, detenzione di stupefacenti e degrado di beni destinati alla pubblica utilità.

Fatti

Sabato 12 marzo 2022 una donna ha chiamato la brigata di gendarmeria Toucy. Spiega di essere stata vittima di un furto della sua borsetta. Conteneva il suo cellulare e due carte bancarie. “Se le cinghie non avessero ceduto, probabilmente sarei caduta a terra”, ha detto durante l’audizione. Quando arrivano sulla scena, i gendarmi scoprono un’altra donna anziana, urlante, a terra sul marciapiede. Racconta anche di essere stata vittima del furto della sua borsetta da parte di un uomo vestito di nero. Sofferente di una frattura del collo del femore, le verranno prescritti trenta giorni di inabilità al lavoro totale (ITT).

Nicolas Grégoire a Toucycois, noto ai servizi di gendarmeria, si mescola agli astanti e si lancia ai gendarmi: “Non è possibile farlo a una donna, devi trovare quel ragazzo!” Le indagini del plotone di sorveglianza e intervento della gendarmeria Auxerre consentono di risalire alla casa stampa di Toucy dove un cliente ha provato ad acquistare gratta e vinci per 68 euro. Acquisto interrotto, perché la carta di credito non è passata. Sulle immagini della videosorveglianza, gli inquirenti identificano Nicolas Grégoire.

premio A Voutenay-sur-Cure, una violenta rissa manda due ex amanti al tribunale penale

Lunedì 14 marzo, sempre a Toucy, un pensionato va a fare la spesa in panetteria e in banca. Sulla via del ritorno, un uomo che la stava seguendo, tira indietro le sue due borse e le ruba la borsetta contenente 120 euro. Nicolas Grégoire viene arrestato in mattinata. La perquisizione effettuata presso la sua abitazione ha trovato due telefoni e 120 euro.

Sotto la custodia della polizia, l’imputato ha poi cercato di appiccare il fuoco alla sua cella usando un accendino che aveva nascosto e coperte poste davanti alla sua porta.

Davanti al tribunale penale ammette i fatti, ma si difende male. “Il primo sacco è stato un capriccio. Era per i soldi, tutto qui.” “E il secondo?” chiede il presidente. “Ebbene, mi sono detto: ne faccio un altro…”, risponde distaccato. A proposito del coltello, dichiara davanti ai giudici sbalorditi: “Sì, ho un coltello, e allora? Non ho mai ucciso nessuno!” Quanto al fuoco acceso nella sua cella, “non ha niente da dire al riguardo”.

La frase

“Lo ammetto: ho sbagliato, ma non posso tornare indietro”.

L’accusato

richieste

Me Christelle Signoret, in rappresentanza della vittima più gravemente ferita il 12 marzo, ha ritenuto che i rimpianti dell’imputato fossero “un po’ lievi vista la sofferenza psicologica del suo cliente e la necessaria riabilitazione”. Ha chiesto il licenziamento per interesse civile.

Alice Yanez, rappresentante del pubblico ministero, indica fatti “intollerabili”, “inammissibili” e “inquietanti”. Sottolinea che “le vittime erano persone vulnerabili che sono state attaccate a sorpresa”. Ha chiesto tre anni di reclusione, di cui un anno con la sospensione della pena in vista delle “molteplici condanne per furto” dell’imputato.

Io Christelle Geoffroy, dubitando “dell’interesse di una lunga condanna”, ha chiesto “indulgenza” per il suo cliente, che “ha riconosciuto i fatti”.

decisione

Nicolas Grégoire è stato ritenuto colpevole di tutte le accuse. Condannato a due anni di reclusione, di cui sei mesi sospesi in libertà vigilata (obbligo di cure psicologiche, cure legate al consumo di stupefacenti, lavoro, risarcimento per le parti civili, divieto di comparire a Toucy). Il tribunale ha emesso un mandato di rinvio per la parte ferma e ha revocato quattro mesi di una precedente condanna.

Shock frontale, due presunti spacciatori in custodia di polizia… Aggiornamento sui vari fatti a Yonne

Tommaso Ribiere
thomas.ribierre@centrefrance.com

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment