Concezione

Hapik acquisisce British Rock Up, Buyout e Merge


Florian Espalieu

Hapik ha 15 divertenti siti di arrampicata nei centri commerciali in Francia e due negli Stati Uniti. Una raccolta fondi di 15 milioni di euro le ha appena permesso di acquisirne 7 nuovi nel Regno Unito.

Il cancello per arrampicarsi sulle onde Hapik alla Gran Bretagna. La giovane PMI di Grenoble Hapik gestisce divertenti siti di arrampicata nei centri commerciali, principalmente per i giovani. L’azienda, creato nel 2016già presente su 15 siti in Francia e 2 negli Stati Uniti attraverso una filiale locale, ha appena raccogliere 15 milioni di euro con la società di gestione Trocadero Capital Partners. Questo sollevamento gli permette in particolare di farloacquisire Rock Up e i suoi 7 centri di arrampicata nel Regno Unito.

Hapik è accessibile agli arrampicatori in erba grazie ad un sistema di autoassicurazione che rende l’attività sicura e quindi accessibile a tutti. “I genitori possono lasciare i propri figli per un’ora mentre fanno la spesa”, dice Antonio Riccardofondatore e presidente di Hapik.

Affitto moderato

Il design – brevettato – delle pareti e delle vie di arrampicata è modulare e permette un facile adattamento alla configurazione dei locali. D’altra parte, l’integrazione delle attività ricreative nelle aree commerciali genera traffico per altri commercianti, un’attrattiva che consente all’operatore di affittare il proprio spazio a un prezzo inferiore. Nel febbraio 2022, un milione di persone ha visitato i siti dell’azienda.

Tuttavia, la pandemia ha fermato la crescita. Da qui una nuova strategia: “Per trovare una logica di sviluppo dovevamo passare per acquisizioni, sottolinea l’imprenditore. In caso contrario, i nostri rapporti di indebitamento non avrebbero consentito di interessare i finanziatori. » Trocadero Capital Partners finanzia l’operazione di riscatto di Rock Up in debito obbligazionario. Una quota minore dei fondi è dedicata alla crescita interna, tre siti vedranno così la luce nella regione parigina.

Cinquanta siti

Hapik è stato anche sostenuto sin dal suo inizio dal fondo di investimento Eutopia. Quest’ultima ha sottoscritto un aumento di capitale per finanziare lo sviluppo negli Stati Uniti. “Questa è una nicchia con un grande potenziale, dove prima non esisteva un marchio”, afferma Antoine Fine, presidente di Eutopia. L’azienda sottolinea l’integrazione verticale delle competenze, dalla progettazione alla produzione con i fornitori individuati. Anche la società dell’Isère lo ha due franchising in Spagna e nei Paesi Bassi. Sono in corso discussioni anche con un attore già esistente in Germania. L’obiettivo è di gestire una cinquantina di siti in Europa entro il 2025.


About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment