Orologi

da Singapore a Città del Messico

Questo motivo è quindi ripetuto sulla cupola color rame di questo UR-100V Time and Culture I. Il cutter utilizzato per l’incisione ha una punta con una finezza di 0,05 mm! L’opera eseguita va quindi ammirata con una lente d’ingrandimento per apprezzarne tutta la precisione… Le linee di colmo del disegno sono satinate, mentre gli incavi sono microsabbiati per ottenere una finitura vellutata, in modo da mettere in risalto i volumi e rendere onore a questo patrimonio inestimabile.

La portata universale di questo nuovo Urwerk (calibro automatico, 4Hz, riserva di carica di 48h) si rafforza ulteriormente quando sappiamo che la fonte di ispirazione per questo segnatempo viene da Singapore. Fu Su Jia Xian, meglio conosciuta con l’acronimo SJX, a sussurrare questa idea all’orecchio di Felix Baumgartner e Martin Frei più di un anno fa.

E se aggiungessi una dimensione extra a questo UR-100V? Un’ancora diversa. È un pezzo universale, fallo viaggiare! Coprendo parte del quadrante – come avveniva sulla prima edizione dell’UR-103 – lo renderai davvero speciale “.

Ed è così che l’UR-100V Time and Culture ho trovato le sue radici in America Centrale. Ha una cassa in acciaio resistente all’acqua fino a 30 metri.

E Felix Baumgartner, co-fondatore di Urwerk ad aggiungere ” Questo pezzo ha diverse chiavi di lettura. Ha una portata universale evidente: ha un’ispirazione azteca, è stato realizzato in Svizzera, secondo un’idea proveniente direttamente da Singapore, si troverà nelle vetrine di un rivenditore di cui non conosciamo ancora la nazionalità e che piacerà a un altrettanto appassionato di orologi sconosciuto. Ma nasconde anche alcuni segreti. Abbiamo cosparso il nostro lavoro di riferimenti nascosti. L’occhio informato potrà distinguere una firma, un acronimo, una numerazione Maya da decifrare… Una vera caccia al tesoro. »

Nuove informazioni vengono aggiunte alla visualizzazione delle ore e dei minuti. Infatti, la lancetta dei minuti, una volta superato il segno del 60° minuto, scompare per riapparire come un contachilometri. Illustra i 524,89 chilometri percorsi ogni 20 minuti da qualsiasi essere situato in Messico.

È infatti, in media, la velocità di rotazione della Terra calcolata a livello di Città del Messico. All’esatto opposto, viene visualizzato un altro dato, la rivoluzione della Terra attorno al sole, ovvero 35.742 chilometri ogni 20 minuti. Sulla faccia dell’UR-100V, ore e chilometri condividono quindi lo stesso stato, la stessa scala di valori.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment