Moda

Coppa francese, istruzioni per l’uso

Venerdì 25 marzo, sedici squadre, tra cui Chaumont VB 52 Haute-Marne, si preparano ad iniziare un vero e proprio “sprint” di quattro partite in nove giorni, per provare a vincere l’edizione 2022 della Coupe de France, attraverso una nuova formula creata in questo stagione.

La Coppa di pallavolo francese esiste dal 1984 e Tours rimane la più degna delle sue rappresentative con dieci trofei in mostra. Oggi Poitiers è il detentore del titolo, vincitore di una competizione che non ha mai avuto epilogo nel 2020, durante una “final four” segnata dai ritiri delle tre avversarie del club Poitevin (Tours, Parigi e Tolosa), e cancellata in 2021, entrambe le volte causa Covid-19.

Chaumont VB 52 Haute-Marne ha giocato e perso le ultime due finali organizzate fisicamente, nel 2018 (contro Tourcoing) e nel 2019 (contro il Tour). Il club dell’Alto Marnais si avvicina a questa edizione con determinazione.

Nuovo formato

È un nuovo format che accompagna, in questa stagione, l’ingresso in corsa dei club della Ligue A nella Coupe de France. Dimenticati i turni che costellavano il calendario da novembre a marzo, questa volta la formula, dagli ottavi alla finale, si articola in nove giorni: una sorta di “competizione fulminea” che, nel complesso, ben si addice ai club .dell’élite. “E’ un’organizzazione che troviamo in pochi altri paesi esteri”, ricorda il direttore generale di CVB 52, Jiri Cerha, “che permette una migliore visibilità e che dovrebbe meritare un maggiore appeal mediatico. »

Se la competizione inizia solo per i club élite, è comunque iniziata un po’ più a monte, con una fase preliminare che ha sfiorato la partecipazione delle squadre Elite e Lega B. in finale, da questa prima parte sono emerse solo due formazioni: Saint-Nazaire e Fréjus, entrambi della Ligue B. “E’ una formula che abbiamo voluto mettere in atto con la Lega Nazionale. L’unico piccolo ‘inconveniente’ è che non siamo stati in grado di organizzare una ‘final four’ in un unico luogo, come avevamo inizialmente programmato”, specifica Bruno Soirfeck, il presidente del cevebist.

Se quindi il format sembra unanime, Silvano Prandi, allenatore di Chaumont, avrebbe però preferito che fosse piazzato un po’ prima in stagione. “Tra la fine della stagione regolare e l’inizio della seconda fase di play-off e play-down, ci sono molte partite di fila ad alto rischio. »

Un viaggio difficile

Per molti il ​​sorteggio di questa Coupe de France è stato vantaggioso per il CVB 52. Evitando tutti i suoi diretti rivali in testa alla classifica del campionato (Tours, Montpellier, Sète e Narbonne), che potrà solo incontrare in finale c’è già chi sta valutando una via libera per l’Haut-Marnais. Ma a un esame più attento, lo Chemin des Cévébistes è tutt’altro che una passeggiata sanitaria.

Per Bruno Soirfeck, il primo round a Parigi puzza già di trappola. “Sono molto sospettoso di questa partita nella capitale. I parigini presentano una squadra solida che ha chiuso la stagione regolare con il botto. Senza dimenticare che se passiamo questo giro, il resto ci porterà ancora una volta lontano dalla nostra Palestra, a Nizza oa Saint-Nazaire. »

Ricompense chiave

La Coupe de France resta un trofeo molto apprezzato per il CVB 52, che ha già fallito due volte in finale (2018 e 2019). È, oggi, l’unico premio mancante al club dell’Haut-Marnais (campione di Francia 2017 e vincitore della Supercoppa 2017 e 2021).

Soprattutto, distribuisce anche un biglietto europeo al suo vincitore, con un posto nella coppa CEV. Tante prerogative che ne fanno necessariamente una coppa ambitissima dalle sedici squadre ancora in lizza. “Non ho mai nascosto l’attrazione che avevo per questo trofeo”, aggiunge il presidente del cevebist Bruno Soirfeck che, alla vigilia di iniziare questa competizione, non nasconde la sua eccitazione.

Laurent Genin

l.genin@jhm.fr

Il programma

Ottavi di finale (25 marzo)

1. Sete – Cannes

2. Tourcoing-Narbona

3. Tolosa–Tours

4. Montpellier-Cambrai

5. St-Nazaire (LB) – Nizza

6. Parigi – CVB 52

7. Le Plessis-Robinson – Nantes

8. Frejus (LB) – Poitiers

Quarti di finale (28 marzo)
UNA. Vincitore 1 – Vincitore 2
B Vincitore 3 – Vincitore 4
VS Vincitore 5 – Vincitore 6
D. Vincitore 7 – Vincitore 8

Semifinali (30 marzo)
IO. Vincitore A – Vincitore B
II. Vincitore C – vincitore D

Finale (2 aprile)
Vincitore I – Vincitore II

*Partite giocate alla prima nominata, esclusa la finale che si giocherà a Parigi.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment