Portafogli

In che modo il rialzo dei tassi della Fed potrebbe influenzare il tuo portafoglio obbligazionario – Reuters

Gli investitori obbligazionari stanno osservando la Federal Reserve aumentare i tassi di interesse per la prima volta dal 2018 per combattere l’impennata dei prezzi.

L’inflazione annuale è salita al 7,9% a febbraio, un nuovo massimo in 40 anni, incidendo sui costi quotidiani come generi alimentari, alloggi e benzina.

L’aumento di un quarto di punto della banca centrale mercoledì potrebbe preparare il terreno per ulteriori rialzi, danneggiando i portafogli dei pensionati poiché i tassi di interesse di mercato e i prezzi delle obbligazioni si muovono tipicamente in direzioni opposte, il che viene chiamato rischio di tasso di interesse.

Ulteriori informazioni sulla finanza personale:
Cosa significa per te l’aumento dei tassi pianificato dalla Fed
Come gli americani possono salvare nonostante il dolore dell’inflazione record
I pensionati probabilmente al riparo dall’inflazione colpita da queste spese

Ad esempio, supponiamo di avere un’obbligazione decennale di $ 1.000 che paga una cedola del 3%. Se i tassi di interesse di mercato salgono al 4% in un anno, l’asset pagherà comunque il 3%, ma il valore dell’obbligazione potrebbe scendere a $925.

Il motivo del calo dei prezzi è che le nuove obbligazioni possono essere emesse con la cedola del 4% più alta, rendendo l’obbligazione originale del 3% meno attraente a meno che qualcuno non possa acquistarla con uno sconto.

Con rendimenti più elevati altrove, gli investitori tendono a vendere le loro obbligazioni attuali per acquistare quelle con il rendimento più alto, e il sell-off fa scendere i prezzi, ha affermato il pianificatore finanziario certificato Brad Lineberger, presidente di Seaside Wealth Management, con sede a Carlsbad, in California.

Durata delle obbligazioni

Un altro concetto fondamentale nell’investimento obbligazionario è qualcosa chiamato duration, che misura la sensibilità di un’obbligazione alle variazioni dei tassi di interesse. Sebbene sia espresso in anni, è diverso dalla scadenza del prestito obbligazionario in quanto tiene conto della cedola, della durata fino alla scadenza e del rendimento pagato per tutta la durata.

In generale, più a lungo dura un’obbligazione, più sarà sensibile agli aumenti dei tassi di interesse e più basso cadrà il suo prezzo, ha affermato Lineberger.

In generale, se stai cercando di ridurre il rischio di tasso di interesse, ti consigliamo di prendere in considerazione obbligazioni o fondi obbligazionari con una durata più breve, ha affermato Paul Winter, CFP e proprietario di Five Seasons Financial Planning a Salt Lake City.

“Inoltre, le obbligazioni con tassi cedolari più elevati e qualità creditizia inferiore tendono a essere meno sensibili a tassi di interesse più elevati, a parità di altri fattori”, ha affermato.

Ritardo più lungo

Mentre l’aumento dei tassi di interesse farà scendere i valori delle obbligazioni, nel tempo i cali saranno più che compensati man mano che le obbligazioni maturano e possono essere reinvestite per rendimenti più elevati, ha affermato CFP Anthony Watson, fondatore e presidente di Thrive Retirement Specialists a Dearborn, nel Michigan.

“L’aumento dei tassi di interesse è positivo per i pensionati a lungo termine”, ha detto, e questa è la maggior parte delle persone in pensione.

Il modo migliore per gestire il rischio di tasso di interesse è disporre di un portafoglio diversificato, comprese le obbligazioni internazionali, con scadenze da breve a immediate che sono meno influenzate dagli aumenti dei tassi e possono essere reinvestite prima, ha affermato Watson.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment