Portafogli

Coinbase è un posto sicuro per acquistare, vendere e conservare le tue criptovalute?

Data la crescente popolarità della criptovaluta negli ultimi anni, non sorprende che ora ci sia un’ampia gamma di scambi decentralizzati con cui puoi acquistare, vendere, mettere in gioco e archiviare le tue criptovalute. Uno scambio particolarmente popolare, noto come Coinbase, ti consente di investire, puntare e vendere oltre 150 monete, ma è abbastanza sicuro per le tue criptovalute?

Cos’è Coinbase?

Prima di entrare nei livelli di sicurezza di Coinbase, esaminiamo rapidamente lo sfondo dello scambio. Coinbase è stata fondata nel giugno 2012 da Brian Armstrong, un ex ingegnere di Airbnb. Armstrong inizialmente ha ricevuto un’infusione di $ 150.000 dall’incubatore di startup Y Combinator e Fred Ehrsam, un trader Goldman-Sachs, si è unito come co-fondatore subito dopo.


screenshot della homepage del sito web di coinbase

La società ha anche ricevuto cinque milioni di dollari da Fred Wilson, un venture capitalist americano, e ben 25 milioni di dollari da diverse altre società di investimento, il tutto nell’arco di un anno. Con questo costante supporto e sviluppo, Coinbase ha iniziato rapidamente a crescere e ha raggiunto un milione di utenti nel 2014. Successivamente, Coinbase ha iniziato ad acquisire società concorrenti per aiutare ad alimentare la loro espansione.

Tuttavia, quando Coinbase è stato lanciato, non era lo stesso exchange di oggi. Al contrario, Coinbase era inizialmente un mezzo attraverso il quale Bitcoin poteva essere acquistato e venduto tramite bonifico bancario. Tuttavia, negli ultimi dieci anni, lo scambio si è diversificato e ampliato fino a diventare il più popolare negli Stati Uniti.

USA IL VIDEO DEL GIORNO

Tuttavia, Coinbase ha subito un hack nell’autunno del 2021, in cui 6.000 utenti hanno perso fondi dai loro portafogli. Si credeva che questo hack fosse stato possibile grazie a una truffa di phishing, in cui i clienti fornivano le proprie credenziali di accesso alla parte malintenzionata presumendo che Coinbase le stesse chiedendo.

Quindi, se Coinbase è stato oggetto di hack, le sue funzionalità di sicurezza non sono all’altezza?

Coinbase è sicuro?


coinbase-graph-1
Credito del logo: Jami Fodx/Wikimedia Commons

Va notato che nessuno scambio di criptovalute è sicuro al 100%. Esiste sempre il rischio di hacking o malfunzionamento del sistema, poiché questi scambi esistono online. Ma Coinbase sta sicuramente facendo il possibile per assicurarsi che i fondi e le informazioni private dei suoi clienti rimangano al sicuro, ed ecco come.

Sicurezza dei dipendenti

Innanzitutto, tutti i dipendenti di Coinbase devono superare un controllo sui precedenti penali prima che gli venga offerto un lavoro, indipendentemente dal loro ruolo. Ciò garantisce che nessuno con una storia criminale seria abbia accesso allo scambio oltre il livello di utente.

I dipendenti di Coinbase dovrebbero anche crittografare i loro dischi rigidi, utilizzare password complesse e abilitare i blocchi dello schermo in modo che le parti esterne dannose non possano accedere facilmente ai dati sensibili sui loro dispositivi o account.

Assicurazione dei fondi

Coinbase offre anche un’assicurazione per tutti i depositi statunitensi archiviati in portafogli USD se i loro fondi vengono rubati tramite un hack. Attualmente, lo scambio protegge le perdite fino a $ 250.000 attraverso la FDIC (o Federal Deposit Insurance Corporation). Si noti tuttavia che ciò non copre i prelievi o altre transazioni effettuate tramite la perdita o l’uso non autorizzato delle credenziali di accesso.

A causa di questa eccezione, dovresti sempre utilizzare tutte le funzionalità di sicurezza offerte da Coinbase per rendere il più difficile possibile a chiunque utilizzi il tuo account senza autorizzazione. Dovresti farlo anche se non depositi in dollari USA e quindi non memorizzi i tuoi fondi in un portafoglio in dollari USA.

Stoccaggio fondi

Nel mondo delle criptovalute, ci sono due tipi principali di immagazzinamento di fondi chiamati caldo e freddo (o duro e morbido). L’archiviazione “a caldo” implica il mantenimento di fondi in un portafoglio online, mentre l’archiviazione “a freddo” implica il mantenimento di fondi in un portafoglio offline.

Un portafoglio freddo non è affatto fisico, poiché la criptovaluta è interamente virtuale, ma puoi acquistare portafogli hardware crittografici per fungere da portafoglio freddo. In questo, un portafoglio freddo è ancora virtuale ma viene archiviato su un dispositivo che non ha connessione a Internet. Ciò significa che nessuno può accedere ai fondi archiviati in un portafoglio freddo su Internet, il che rende l’hacking molto più difficile da realizzare.

Questo è il motivo per cui Coinbase conserva oltre il 98% delle sue criptovalute in cold wallet. Questi includono hardware e portafogli cartacei, che sono estremamente difficili da infiltrare senza accesso fisico, riducendo notevolmente il rischio che un utente venga violato.

La cassaforte

Un’altra caratteristica interessante offerta da Coinbase è la sua opzione “Vault”. Un deposito di Coinbase può ricevere depositi come un normale portafoglio, ma utilizza misure di sicurezza aggiuntive per impedire che la crittografia venga immediatamente ritirata e archiviata altrove.

Ogni transazione può essere co-firmata dall’utente e da una persona di fiducia scelta e ogni prelievo deve essere approvato prima di essere effettuato. Se il ritiro non viene approvato, verrà annullato entro 24 ore. I Vault sono disponibili per tutti gli utenti Coinbase, indipendentemente dal fatto che utilizzino un account Standard o Professional, ed è facile crearne uno.

Mancanza di anonimato

A differenza di alcuni scambi, Coinbase non consente agli utenti di creare un account in modo anonimo. Tutti gli utenti devono fornire informazioni di contatto, come indirizzo e-mail e numero di telefono, ed è richiesta anche una qualche forma di verifica dell’identità, come la patente di guida. Ciò consente a Coinbase di identificare chiunque agisca in modo improprio o illegale sulla piattaforma.

Autenticazione a due fattori

Come i tuoi account di social media o e-commerce, il tuo portafoglio crittografico e gli account di scambio dovrebbero sempre avere un ulteriore livello di protezione poiché le informazioni sensibili e i tuoi fondi vengono archiviati. Ogni utente Coinbase deve abilitare l’autenticazione a due fattori.

Questa tecnologia richiede due forme di verifica quando si accede a un account. Quindi, quando inserisci il tuo indirizzo e-mail e password standard durante l’accesso, dovrai anche verificare la tua identità attraverso un altro metodo. Questo può essere fatto tramite SMS, una telefonata o inserendo una chiave di sicurezza.

Lista bianca (su Coinbase Pro)

Coinbase ha anche un’eccellente funzione di whitelist che può essere utilizzata per garantire che i tuoi fondi vengano inviati solo agli account che hai inserito tu stesso nella whitelist. Tutti gli indirizzi di portafoglio che hai nella tua rubrica saranno considerati nella whitelist, con tutti gli altri indirizzi bloccati dalla ricezione di criptovalute dal tuo account.

Tieni presente che questa funzione è disponibile solo per coloro che dispongono di un account Coinbase Pro. Sebbene tu possa aprire un account Coinbase Pro gratuitamente, generalmente è più adatto a coloro che fanno trading regolarmente e hanno molta esperienza nel settore delle criptovalute.

Coinbase ha alcune delle migliori funzionalità di sicurezza

Sebbene Coinbase sia stato violato in passato, non è affatto un’opzione pericolosa per acquistare, vendere e archiviare la tua criptovaluta. Coinbase è uno scambio affidabile e legittimo con una gamma di funzionalità di sicurezza che possono aiutare a proteggere il tuo account. Quindi, se scegli di utilizzare Coinbase, puoi stare tranquillo sapendo che i tuoi fondi sono trattenuti nel modo più sicuro possibile.


bitcoin

Coinbase vs Coinbase Pro: qual è la differenza?

Per saperne di più

Circa l’autore

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment