Orologi

passaggio all’ora legale domenica 27 marzo, non sarà l’ultimo

Ai tuoi orologi e ai tuoi orologi. Il passaggio all’ora legale avverrà domenica 27 marzo 2022 alle ore 2:00. Dovrai aggiungere 60 minuti all’ora corrente. E questo cambio di tempo farà ancora parte della nostra vita quotidiana, poiché l’Europa ha attualmente altre priorità oltre a questo argomento.

Ad aprile l’orologio viene spostato avanti, ad ottobre viene spostato indietro. Questa domenica, 27 marzo, alle 2 del mattino, saranno quindi infatti le tre. Non toccare i tuoi smartphone, in generale, funzionano da soli il cambio dell’ora.

Mentre il prezzo del carburante è in forte aumento alla pompa in Francia a causa della guerra in Ucraina, non dimentichiamo che il cambio di orario è un’eredità dello shock petrolifero del 1973-1974. L’obiettivo è risparmiare energia.

Secondo uno studio dell’Ademe (Agenzia francese per l’ambiente e la gestione dell’energia) del 2010, il cambio di orario consente risparmi reali ma modesti di energia e CO2. ADEME indica che il risparmio di illuminazione reso possibile dal cambio dell’ora era di circa 440 GWh all’epoca e che da allora questo totale è sceso a 351 GWh. O appena “lo 0,07% del consumo totale di elettricità del Paese”.

In tutti i paesi membri, il passaggio all’ora solare avviene l’ultima domenica di ottobre e il passaggio all’ora legale l’ultima domenica di marzo.

Un cambio di orario che non è privo di ricadute sui ritmi biologici, e anche un grattacapo a livello economico. Ci sono tre fusi orari in Europa, basati sul Coordinated Universal Time (UTC)

  • UTC O – Portogallo e Irlanda
  • UTC 1 – Francia e gran parte dell’Europa
  • UTC 2 – Finlandia, Stati baltici, Romania, Bulgaria, Grecia

Nel marzo 2019 i deputati hanno votato per abolire il cambio stagionale dell’ora. La decisione deve essere convalidata da ciascuno Stato membro dell’UE per sapere se mantengono l’ora legale o invernale tutto l’anno.

Sulla carta, la fine dei cambi di orario era prevista per ottobre 2021. La pandemia covid ha relegato in secondo piano questo progetto dell’Unione Europea.

In un’intervista a Les Echos nell’ottobre 2021, Karima Delli, eurodeputata e presidente della commissione per i trasporti e il turismo del Parlamento, spiega che c’è stato “un parere sfavorevole dell’ufficio legale del comune, che aggiunge una delle ragioni principali del blocco di oggi”.

Il cambiamento non avverrà nel 2022, né probabilmente nel 2023. Inoltre, i paesi europei non sono tutti sulla stessa lunghezza d’onda per impostare il momento giusto. In Francia, Portogallo o Cipro, la maggioranza dei cittadini ha votato a favore dell’ora legale. D’altra parte, altri paesi del nord preferirebbero rimanere nell’orario invernale, come Finlandia, Danimarca o Paesi Bassi.

Nel 2019, l’84% dei francesi si è detto favorevole alla fine del cambio dell’ora. La maggioranza desiderava rimanere nell’ora legale (59%).

Il Senato degli Stati Uniti ha votato il 15 marzo per la fine dell’ora legale. Per entrare in vigore, questo disegno di legge deve ora essere convalidato dalla Camera e poi firmato in legge da Joe Biden. Il Nord America è passato all’ora legale il 13 marzo, due settimane prima dell’Europa.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment