Orologi

Orologio connesso o braccialetto attività: quale scegliere?

Battito cardiaco, sonno, calorie bruciate… Tra l’orologio connesso e il braccialetto attività, le funzioni e gli usi differiscono. Piccola scansione di bisogni e prodotti.

Tutto (o quasi) al polso. © Adobe Stock

Come suggerisce il nome, il braccialetto attività, chiamato anche “tracker”, è un braccialetto dotato di schermo e ricoperto di sensori. Questi ti consentono di monitorare diversi parametri: frequenza cardiaca, sonno, numero di calorie bruciate… La maggior parte include un contapassi, per fornire una panoramica del tuo livello di attività quotidiana. Lo schermo di un braccialetto attività è spesso molto piccolo, quindi tutte le analisi si trovano su un’applicazione da installare sul proprio smartphone. Alcuni tracker vanno oltre e ti consentono di essere avvisato quando ricevi un SMS o un’e-mail. Ma queste opzioni spesso fungono da espedienti e raramente dovrebbero essere viste come risorse. In sintesi, se il tuo desiderio è quello di muoverti e metterti alla prova quotidianamente, il braccialetto ti motiverà condividendo i tuoi progressi.

Uno smartphone in braccio

Lo smartwatch o orologio intelligente è una versione in miniatura del tuo smartphone. Funziona come un braccialetto di attività, con tutto ciò che ciò implica in termini di sensori e dispositivo di comunicazione. Con il suo schermo più grande, puoi leggere le tue e-mail, rispondere a voce a un SMS, ascoltare musica, guidarti utilizzando il GPS integrato o persino installare applicazioni per moltiplicare le possibilità. In palestra, lo smartwatch è in grado di riconoscere gli esercizi: corsa, canottaggio, ciclismo, potenziamento funzionale, nuoto e persino yoga. Qui, il monitoraggio delle attività è più avanzato di un semplice braccialetto. Esistono versioni per i fitness addicted, con modelli in grado di misurare la condizione fisica tramite il volume massimo di ossigeno assorbito o offrendo un misuratore di pressione sanguigna oltre al cardiofrequenzimetro. Questi modelli cardio sono da riservare ai più atletici.

Cose da considerare

Prima di fare la tua scelta, ci sono diverse cose importanti da considerare. Primo, compatibilità. Se i braccialetti offrono applicazioni per Android e iOS, questo non è il caso degli orologi connessi. Un Apple Watch sarà compatibile solo con un iPhone. Al contrario, uno smartwatch Samsung (o di qualsiasi altra marca) funzionerà con il tuo smartphone Android o iPhone. Poi c’è la comodità. È meglio scegliere un modello comodo, il più leggero possibile e facilmente regolabile. Infine, non dimentichiamo l’autonomia. Un orologio connesso dovrà essere ricaricato ogni giorno, il che implica una routine alla fine della giornata. Per quanto riguarda i braccialetti collegati, l’autonomia varia in base al prezzo e ai modelli. Una maggiore autonomia ti impedirà di dimenticare di ricaricarti e quindi di abbandonare i tuoi sforzi.

Orologi collegati

orologio Apple

Apple domina la concorrenza con il suo Apple Watch che si inserisce perfettamente nell’ecosistema del brand, che è il suo punto di forza e il suo principale difetto. Infatti, se non hai un iPhone, non c’è bisogno di prendere in considerazione l’acquisto di un Apple Watch. Al contrario, se sei un utente di prodotti Apple, l’Apple Watch offre funzionalità ben congegnate. Conta 299 euro per il modello entry-level (Apple Watch SE) e 429 euro per il recente Apple Watch Series 7.

orologio Apple

©DR

Orologio Galaxy

Sul lato Android, niente panico. Samsung non è certo investito come il suo concorrente nel mercato degli smartwatch, ma il suo Galaxy Watch rimane un’alternativa di qualità. Il Galaxy Watch 4 offre funzionalità relative alla salute e supporto di Google Pay che sono utili quotidianamente. Il suo quadrante circolare può sedurre coloro che resistono al quadrante quadrato dell’Apple Watch. Conta tra 229 e 239 euro a seconda delle dimensioni della custodia.

orologio galattico

©DR

Braccialetti per attività

Fitbit e Garmin

Due marchi condividono il mercato dei braccialetti di attività: Fitbit e Garmin. Il primo è stato acquisito da Google nel 2019 (informazioni da tenere in considerazione se non si vogliono condividere troppi dati personali), il secondo è specializzato in sistemi di navigazione GPS. Entrambi offrono più modelli, spesso a prezzi bassi, che vanno dai 75 ai 180 euro. Consigliamo il Fitbit Charge 5 (170 euro) per i modelli più avanzati, o il Fitbit Inspire 2 (89 euro) per un modello entry-level.

Fitbit

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment