Portafogli

Discariche selvagge: i sindaci attaccano i portafogli degli inquinatori

“Dopo il tempo della pedagogia, viene quello della sanzione. Il sindaco di Carrières-sous-Poissy, Eddie Aït (SE), rafforza la lotta allo scarico illegale. Mentre la loro proliferazione continua ad occupare i servizi comunali di un gran numero di comuni della valle della Senna, i comuni di Carrières-sous-Poissy e Achères sperano di arginare il fenomeno comminando pesanti multe a chiunque abbia la cattiva idea di scaricarne i rifiuti sulla strada pubblica.

Il 15 febbraio il consiglio comunale di Cave ha deliberato di istituire una tariffa forfettaria per l’allontanamento e la pulizia di 500 euro per i trasgressori identificati. In un comunicato, Eddie Aït precisa “che su questo pacchetto potrà essere applicato un aumento di diverse migliaia di euro a seconda della pericolosità dei prodotti movimentati o della necessità di ricorrere a un fornitore esterno specializzato”. La stessa proposta sarà sul tavolo del consiglio Acherois questo mercoledì 16 marzo. Nella sua ultima rivista comunale, il Comune annuncia anche che la sanzione fissa sarà fissata in “1.000 euro” per trasferire al trasgressore la rimozione e la pulizia dei depositi abusivi.

“La rimozione di un divano piazzato abusivamente sulla pubblica via può costare al comune fino a 1.800 euro […]. Finora gli autori hanno pagato solo una multa di 68 euro”, spiega il Comune di Achères, precisando che, se il provvedimento verrà effettivamente adottato questo mercoledì, sarà applicabile “durante l’anno”.

Dall’altra parte della Senna, il consigliere di cava fa anche i conti. “Nel 2021 sono state raccolte 294,88 tonnellate di rifiuti per un costo di 195.321 euro, riferisce Eddie Aït nel suo comunicato stampa. Nonostante il lavoro svolto dagli agenti comunali e intercomunali che puliscono marciapiedi e strade, svuotano i cassonetti e raccolgono i rifiuti, il comportamento di alcune persone provoca ancora oggi molti disagi… Non si ottengono progressi in termini di pulizia senza un cambiamento nel comportamento degli utenti inquinanti. Tuttavia, se il provvedimento può essere davvero dissuasivo, nella sua applicazione, sarà comunque necessario riuscire ad individuare gli autori di detti depositi. Raramente colti sul fatto, spesso è difficile rintracciarli.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment