Portafogli

Borsa: Wall Street chiude in verde, 5a sessione consecutiva di rialzo per il Dow Jones

(Foto: 123RF)

REVISIONE DI MERCATO. La Borsa di New York ha chiuso la settimana con il botto, spinta da un’ondata di acquisti a basso costo dopo mesi di turbolenze, e nonostante la mancanza di visibilità sul conflitto in Ucraina.

La Borsa di Toronto ha chiuso venerdì a livelli record per la seconda sessione consecutiva, sostenuta dai guadagni dei settori tecnologico e industriale, mentre i principali indici statunitensi hanno chiuso la loro migliore settimana in più di un anno.

Per (ri)consultare le notizie di mercato

Indici di borsa alla chiusura

A Toronto, il S&P/TSX è salito di 47,25 punti (+0,22%) a 21.818,47 punti.

A New York, il S&P500 chiude a 51,45 punti (+1,17%) a 4.463,12 punti.

il Nasdaq avanzato di 279,06 punti (+2,05%) a 13.893,84 punti.

il DOW è salito di 274,17 punti (+0,80%) a 34.754,93 punti.

il lunatico ha guadagnato 0,0014 USD (+0,1738%) a 0,7936 USD.

il il petrolio ha chiuso a 2,15 USD (+2,09%) a 105,13 USD.

oro ha perso 22,90 USD (-1,18%) a 1.920,30 USD.

il bitcoin avanzato da 1.199,83 USD (+2,95%) a 41.898,39 USD.

Il contesto

Per Tom Cahill, di Ventura Wealth Management, dopo un lungo periodo caotico, gli investitori “si sono detti che c’era un’opportunità lì che non volevano lasciarsi scappare. E hanno iniziato ad aumentare la loro esposizione al rischio”.

Con l’avvicinarsi della fine del trimestre, periodo importante per fondi e asset manager, “ci sarà un ribilanciamento dei portafogli dalle obbligazioni alle azioni”, anticipa l’analista.

Il recente forte aumento dei rendimenti obbligazionari riflette un trend di vendita in questo mercato, dove i prezzi si muovono nella direzione opposta ai tassi.

L’indice VIX, che misura la volatilità del mercato, è sceso nuovamente venerdì, al livello più basso da metà febbraio.

Anche il rialzo dei tassi di mercoledì da parte della Banca Centrale degli Stati Uniti (Fed), e il segnale di una serie di altri in arrivo, non sono stati sufficienti a smorzare lo slancio degli acquisti.

“Avevi un mercato che aveva motivo di vendere, ma non l’ha fatto”, ha commentato Patrick O’Hare di Briefing.com. “Nessuno vuole ostacolare un treno.”

Diversi i valori tormentati negli ultimi mesi hanno sfilato venerdì, in particolare Meta (FB) (+4,16% a 216,49 USD), che ha guadagnato il 16% da lunedì, PayPal (PPYL) (+5,89%) o Scatta (SCATTO) (+5,98%).

“Per molte di queste aziende, i fondamentali sono ancora eccellenti”, ha affermato Tom Cahill. Ma a causa della prospettiva di un aumento dei tassi, il loro potenziale di crescita sembrava ridotto e “molti hanno perso il 40, 50 o 60%. Quindi c’è stata un’apertura. »

Considerati anche titoli di crescita, Tesla (TSLA) (+3,88%), Nvidia (NVDA) (+6,81%) o Netflix (NFLX) Sono stati ricercati anche (+ 2,48%).

Tuttavia, anche se il mercato di New York ha appena trascorso “senza dubbio un’ottima settimana”, Wall Street non ha chiuso con la volatilità, avverte Patrick O’Hare.

L’inflazione non mostra segni reali di rallentamento, la crescita statunitense sta decelerando e la guerra in Ucraina non sembra trovare una soluzione a breve termine.

Mosca ha annunciato venerdì una “riconciliazione” delle posizioni tra Ucraina e Russia per consentire una soluzione diplomatica al conflitto. Ma il consigliere della presidenza ucraina Mykhaïlo Podoliak ha temperato questa affermazione, considerando che la Russia non aveva cambiato le sue richieste iniziali.

“Rimarrà in secondo piano”, secondo Tom Cahill, “e dovremo farlo giorno per giorno, sperando che non peggiori”.

è popolare, FedEx (FDX) è stato sanzionato (-3,98% a 218,91 $US) dopo la pubblicazione di un utile netto trimestrale al di sotto delle aspettative. Grazie agli aumenti di prezzo, il gruppo di corrieri è riuscito a migliorare i propri margini.

Moderno (ARNM) avanzato (+6,34% a 178,93 dollari) dopo il deposito di una richiesta di autorizzazione per un secondo richiamo del vaccino contro il coronavirus, destinato agli adulti.

Il fornitore di attrezzature sportive Su Holding SA (ONON) (+13,92% a 27,83 dollari USA), di cui è azionista il tennista Roger Federer, ha fatto uno sprint dopo la pubblicazione di risultati migliori del previsto e previsioni ben accolte.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment