Borse

È nella borsa

Da sinistra a destra, borsa Antigona Lock grande, in pelle grafite, Givenchy, 2.390 €.  Borsa da viaggio Le Pliage Green L, in tela riciclata, Longchamp, € 110.

La passione per le borse da viaggio accende le classi borghesi nell’era industriale, il treno e l’automobile avendo facilitato le fughe verso le coste e avviato il passaggio dal Grand Tour, tradizione riservata ai giovani aristocratici maschi, al turismo. Punto di partenza di una nuova odissea, fare le valigie è la prima tappa del viaggio, dal passaggio alle ferie e ferie, all’inversione delle priorità che presiede allo smistamento delle cose che ci si porta via o che ci si lascia alle spalle.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti A Port-Cros, Hydra o Essaouira, sei soggiorni rari e autentici sull’acqua

La XXL, la cosiddetta borsa da weekend, assume un peso materico e simbolico. Mettiamo lì oggetti che dicono chi siamo e ci collegano come fili invisibili al mondo da cui veniamo. Un kit da toeletta, vestiti adattati, fascicoli o appunti da completare, un intero kit che una volta decorato dal suo contesto perderà presto il suo significato.

Al di là del futile e dell’essenziale, la borsa da viaggio porta con sé molteplici dimensioni dell’esistenza.

Ci poniamo anche, e soprattutto, speranze, sentimenti (contenuti in certi oggetti), desideri e strade per il futuro. Una foto, un feticcio, un libro che vorremmo fosse abbastanza divertente da finire e abbastanza forte da uscirne riorientato, un quaderno per iniziare ad annotare ciò che di solito evapora e non si esprime mai, un’idea in germe, un desiderio in progresso, un progetto in luoghi avviato.

Al di là del futile e dell’essenziale, la borsa da viaggio porta quindi con sé molteplici dimensioni dell’esistenza, passati non accaduti e futuri sognati che la quotidianità tende a mettere da parte.

Leggi anche Con l’allacciatura, il cerchio è completo

Il bagaglio è anche l’orgoglio delle case di lusso, con ciò che spesso è iniziata la loro storia, il primo mezzo attraverso il quale il loro logo o monogramma si è imposto alla vista e ai codici di una società. Garantendo il trasporto in tutte le sue forme, è anche un oggetto di trasmissione, che promuove la sua consistenza in linee pulite e colori caldi e profondi, queste cosiddette tinte naturali, riluttanti alle mode effimere.

Lungo il braccio, nell’incavo del gomito, sulla spalla o attraverso il corpo, si indossa rannicchiato contro di te. Perché, in mezzo agli effetti destinati a preservare le apparenze, portiamo con noi anche ciò che più ci sta a cuore. Anche se non andiamo molto lontano.

Borsone da viaggio Neo Pop, in pelle di vacchetta liscia, Lancel, € 750.
Borsa a tracolla weekend, Rimowa, € 1.200.
Borsa Sunshine, in pelle con intarsio, Fendi, € 2.600.
Borsa da skate Bolide in vitello Togo, vacchetta naturale e vitello Swift, Hermès, prezzo su richiesta.
Borsa Keepall, pelle bovina, Louis Vuitton, € 2.600.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment